La velocità periferica ottimale delle ruote lamellari

Impieghi le tue ruote lamellari alla loro velocità periferica ottimale?

Quando si arriva alla delicata fase di finitura di una superficie, i fattori che ne determinano il risultato sono davvero tanti.

Prima di tutto bisogna considerare:

  • quale tipo di lavorazione si vuole effettuare: smerigliatura, satinatura, sbavatura, lucidatura, ecc;
  • il grado di rugosità che si vuole ottenere.

Si ragiona ovviamente anche sui tipi di materiale da lavorare:

  • metallo, ferro, acciaio, inox, plastica, compositi, legno, ecc.

che in base alle loro caratteristiche fisiche richiedono un intervento con abrasivi diversi:

  • ossido d’alluminio, zirconio, ceramicato, carburo di silicio, ecc.

Infine è rilevante anche la scelta dell’utensile (elettrico o pneumatico), dell’abrasivo flessibile (nastro, ruote lamellari con gambo e con foro, dischi, ecc) e della grana.

Quando poi si passa all’azione, si deve fare attenzione alla pressione di contatto che esercita l’operatore sulla superficie e alla velocità impostata sull’utensile.

Velocità periferica consigliata

Soprattutto nel caso delle ruote lamellari, utensili abrasivi che sanno essere molto performanti, bisogna scegliere attentamente la loro velocità periferica (metro/secondo). Si consigliano: 30-35 m/s per le ruote in tela abrasiva e a 10-15 m/s per quelle in panno abrasivo.

Per velocità consigliata si intende quella velocità ottimale che consente un’omogeneità di lavorazione di superficie e di consumo dell’abrasivo sulla ruota.

Per stabilire una specifica velocità periferica bisogna:

  • tenere in considerazione il diametro della ruota stessa;
  • regolare la velocità dell’albero dell’utensile – misurata in giri/minuto (RPM) – su cui viene montata la ruota.

Qui sotto trovi una tabella che permette di verificare la velocità dell’albero dell’utensile in base a: dimensione della ruota e velocità periferica scelta.

Questa tabella, insieme ad altre, è anche disponibile nell’ultima pagina del nostro catalogo.

Non dimenticate mai di verificare il numero di giri massimo al minuto (MAX RPM). E’ segnalato sull’etichetta della ruota per evitare di utilizzarla ad una velocità superiore. In quel caso si potrebbe compromettere il proprio lavoro e soprattutto la sicurezza dell’operatore.

Hai qualche dubbio o curiosità in merito? Chiamaci oppure scrivi a marketing@ctacalflex.it

 


  Commenti disabilitati su La velocità periferica ottimale delle ruote lamellari
354

I commenti sono chiusi.